Presidenza del Consiglio dei Ministri

Dipartimento della Funzione Pubblica


Lavoro Agile

Art. 14 della Legge 7 agosto 2015, n. 124

HOME > Infrastrutture tecnologiche e protezione dei dati, custodia, riservatezza

Infrastrutture tecnologiche e protezione dei dati, custodia, riservatezza

Infrastrutture abilitanti per il lavoro agile

Per consentire di lavorare in modalità smart sono necessarie:

  • la profilazione degli utenti, con gestione dei ruoli e delle abilitazioni;
  • la tracciatura degli accessi ai sistemi e agli applicativi;
  • la disponibilità di documenti in formato digitale grazie a Protocollo Informatico e/o altri sistemi di gestione documentale.

In termini di infrastrutture abilitanti per lo SW, è necessario inoltre la disponibilità di:

  • accessi sicuri dall’esterno agli applicativi e ai dati di interesse per l’esecuzione del lavoro, con l’utilizzo di opportune tecniche di criptazione dati e VPN;
  • funzioni applicative di conservazione” dei dati/prodotti intermedi del proprio lavoro ai dipendenti che lavorino dall’esterno;
  • applicativi software che permettano al lavoratore, nell’ottica del lavoro per flussi, di lavorare su una fase del processo lasciando all’applicativo l’onere della gestione dell’avanzamento del lavoro, nonché dell’eventuale sequenza di approvazione di sottoprodotti da parte di soggetti diversi, nel caso di flussi procedimentali complessi con più attori;
  • sistemi di prenotazione delle postazioni di lavoro/aree di lavoro, per sé o per gruppi di lavoro in cui si è coinvolti;
  • tecnologie che riescano a tracciare l’attività dei dipendenti svolta fuori dagli uffici, sia in termini di tempi (es. tempo intercorso dal primo accesso al logout, quindi effettiva presenza) sia in termini di lavoro effettivamente svolto.

Lavoro Agile

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Dipartimento della Funzione Pubblica

all right reserved