Presidenza del Consiglio dei Ministri

Dipartimento della Funzione Pubblica


Lavoro Agile

Art. 14 della Legge 7 agosto 2015, n. 124

HOME > Attuazione e monitoraggio della direttiva > Esperienze

Esperienze

  • Dipartimento per le Pari Opportunità
    Il Dipartimento per le Pari Opportunità, a valere sull’Asse 1 del PON Governance e capacità istituzionale 2014/2020, ha avviato il progetto “Lavoro agile per il futuro della PA” finalizzato alla realizzazione di progetti pilota per la sperimentazione di percorsi di smartworking in alcune amministrazioni pubbliche centrali e locali:

    Amministrazioni pilota

    Città Metropolitana di REGGIO CALABRIA, Comuni di CAGLIARI, CATANIA, FIRENZE, MACERATA, MONZA, NAPOLI, REGGIO CALABRIA, Rete Città Metropolitana di ROMA – ROMA Capitale, Comune di ALBANO LAZIALE, Città di ANGUILLARA SABAZIA, Comune di CERVETERI, Comune di FONTENUOVA, Comune di MENTANA, Comune di MORLUPO, Comune di TIVOLI.
    Consiglio Regione PUGLIA, Ministero del LAVORO, Provincia di PAVIA, Regione CAMPANIA, Regione LAZIO, Rete Comune di BOLOGNA – Regione EMILIA ROMAGNA.

    Amministrazioni che beneficeranno di supporto su aspetti specifici

    Presidenza del Consiglio dei ministri (Dipartimenti pilota: Funzione Pubblica, Pari Opportunità, Personale e Famiglia), Ministero dell’ECONOMIA e delle FINANZE, Ministero dell’INTERNO, Ministero dello SVILUPPO ECONOMICO, Consiglio di Stato, Rete di ANCI Piemonte, Comune di BARI, Comune TORINO, Città Metropolitana di Torino, Rete Comuni di BERGAMO, VAL BREMBILLA, BRESCIA, CREMONA, Rete Regione LOMBARDIA-Giunta Regionale, Consiglio Regionale, ARPA Lombardia, ARIFL Lombardia, ERSAF Lombardia, EUPOLIS Lombardia, Rete Comune di GENOVA, Città Metropolitana di Genova, ASL3 “Genovese”, CCIIA Genova, Università degli studi di Genova, ALI.SA Liguria
    http://www.pariopportunita.gov.it/lavoro-agile/

  • Ministero dell’Economia e delle Finanze - MEF  
    E’ partito a luglio 2017 il Progetto “BE MEF, BE SMART”, iniziativa di smart working che coinvolge 200 dipendenti delle diverse strutture del MEF. 
    http://www.mef.gov.it/inevidenza/article_0292.html

  • Regione Emilia Romagna 
    Ha preso avvio nel mese di giugno 2018 la sperimentazione dello smart working per i dipendenti della Regione Emilia Romagna nell’ambito del progetto “VeLa-Veloce, Leggero, Agile, Smart working per la PA”.
    https://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/attualita/regione-il-lavoro-diventa-agile-autonomia-meno-vincoli-su-orari-e-presenze-focus-su-obiettivi

  • Camera di Commercio di Milano
    La Camera di Commercio di Milano nel 2017 ha coinvolto 63 dipendenti nella sperimentazione di modalità di “lavoro agile”.
    http://www.milomb.camcom.it/documents/10157/33072076/lavoro-agile-aderisce.pdf/6844cfae-7c0b-43f7-9055-6f0d3cbe5d12

  • Comune di Bergamo 
    Il Comune di Bergamo nel 2017 ha adottato progetti di lavoro agile o telelavoro per 360 ore, pari a 50 giornate lavorative, coinvolgendo circa una trentina di lavoratori. Si tratta di dipendenti con la necessità di conciliare al meglio i tempi del lavoro con quelli della vita familiare, ma anche di lavoratori sottoposti a cure oncologiche, a terapie o a degenze post infortuni.
    www.comune.bergamo.it

  • Comune di Genova
    Sono sei i progetti di smartworking sinora sperimentati dal Comune, nella maggior parte dei casi favoriti dall’uso delle nuove tecnologie che consentono al dipendente di lavorare da remoto per gestire le pagine web e social istituzionali, data entry, stesura di atti, redazione atti difensivi e pareri giuridici, marketing turistico online, gestione delle presenze e assenze.
    http://www.comune.genova.it/content/progetto-lavoro-agile-il-futuro-della-pa-il-comune-di-genova-fra-i-beneficiari

  • Comune di Milano
    Il Comune di Milano ha avviato il progetto "Smart Lab- Milano Concilia 4.0" rivolto alla promozione dello smart working nelle PMI, allo scambio di esperienze realizzate tra aziende ed enti pubblici; allo sviluppo di modelli di welfare aziendale, e alla raccolta di esperienze significative da diffondere.
    https://www.ats-milano.it/portale/Famiglia/Conciliazione-famiglia-lavoro/Conciliazione-2017-2018/Piano-Territoriale/Sintesi-dei-progetti     

  • Comune di Torino 
    Il Comune di Torino da anni lavora sul tema del lavoro agile nelle sue diverse forme: prima del telelavoro e poi dello smart working attraverso i progetti “Edilizia agile”, “6 SMART”, “Smartcare”.
    http://www.comune.torino.it/smartworking/documenti/Miglia.pdf

  • Provincia autonoma di Trento 
    La Provincia autonoma di Trento ha avviato già nel 2012 il progetto di telelavoro “TelePAT 2.0” che ad oggi coinvolge 418 dipendenti che prestano la loro attività lavorativa con modalità di lavoro a distanza strutturato (presso tele centri e domiciliare) o con modalità di lavoro a distanza organizzativo (lavoro mobile e lavoro agile).
    http://www.provincia.tn.it/binary/pat_portale/infodipendenti/Trasparenza_Telelavoro_2017.1490705985.pdf

  • Università degli Studi di Milano - Bicocca 
    L’Università di Milano-Bicocca dal 2012 ha introdotto, nell’ambito dell’Accordo quadro sul telelavoro nelle Pubbliche amministrazioni, un primo progetto di lavoro a distanza: durante questi cinque anni sono state attivate 31 postazioni di lavoro a domicilio, destinate, in particolare, ai dipendenti con disabilità psico-fisica, a quanti debbano assistere familiari con gravi patologie, ai genitori di figli minorenni e a chi risiede in luoghi distanti dall’Ateneo.
 

Lavoro Agile

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Dipartimento della Funzione Pubblica

all right reserved